Forgiatori



Brescia 06/04/2017


Dopo le prime due edizioni del Corso forgiatori, la prima svolta nel 2012 e la seconda nel 2014, siamo giunti all’annuncio di questa nuova edizione. Le esperienze acquisite con le precedenti edizioni e la situazione congiunturale mondiale ci ha spinto ad impostare il taglio di questa manifestazione tenendo in primo piano il paradigma “Industry 4.0”. Il termine è stato coniato alla fera di Hannover del 2011 e nel 2014. Il Governo Tedesco ne ha fatto uno dei dieci elementi della sua Agenda Digitale (fonte “Il sole 24 ore” del 15.01.17). Forti anche del dibattito avvenuto nella recente Giornata di Studio sulla Lean production, riteniamo importante, oltre a mantenere le parti base, dedicate alla
preparazione dei giovani ingegneri che entrano nell’ambiente di lavoro, focalizzare l’attenzione sui parametri di produttività e controllo del processo, oggi sempre più importanti per il raggiungimento di competenze e risultati, che permettono all’azienda di confrontarsi sui mercati internazionali e quindi di sopravvivere. Tra il 2007 e il 2016 il potenziale industriale del nostro Paese si è ridotto del 19,5 %, mentre quello tedesco è aumentato del 6,5 %. A 10 anni dall’inizio della crisi che ha coinvolto il mondo intero, ma che, come visto dai dati riportati ha coinvolto in maniera più consistente l’Italia, le competenze tecniche non sono più sufficienti. E’ necessario allargare la nostra visione e applicare anche nel nostro settore tutte le tecnologie e i metodi che ci permettono di aumentare la produttività e l’efficienza del processo. La nuova edizione della norma ISO 9000 ritiene scontata la qualità del prodotto, spostando la sua attenzione sulla qualità dell’organizzazione, che deve essere impostata (effettuata l’analisi del contesto) ad individuare ed eliminare la parte della nostra azienda che costa senza dare valore: la “Fabbrica Nera”. La forgia italiana deve fare la stessa cosa: appurato che le capacità tecniche ed impiantistiche per l’ottenimento di prodotti di qualità sono oramai parte integrante delle nostre aziende, serve qualche cosa di più. Vogliamo cercare con questo Corso di dare degli spunti in questa direzione e, per
dare un ulteriore valore aggiunto all’evento, abbiamo organizzato in collaborazione con AIPE (Associazione Italiana Pressure Equipments) una tavola rotonda alla quale parteciperanno oltre a Saipem, in qualità di società di ingegneria, alcuni produttori di Pressure Vessel. E’ una prima vera occasione di confronto fra chi emette le specifiche, chi realizza il manufatto e chi lo utilizza per realizzare il prodotto finale.



Scarica la brochure PDF

Se lo desideri puoi scaricare la versione in PDF della brochure informativa dell'evento. Per iscriverti puoi compilare il modulo d'iscrizione allegato alla brochure oppure compilare il form elettronico qui a margine.